News
News

L'Olio d'Oliva, l'Innovazione che rafforza la Tradizione

L'Olio d'Oliva, l'Innovazione che rafforza la Tradizione

La spinta verso l’innovazione tecnologica è  legata all’evoluzione…

Negli ultimi decenni la spinta verso l’innovazione tecnologica nel campo degli oli extravergini di oliva ha avuto i tratti della rivoluzione culturale ed è stata legata all’evoluzione del concetto stesso di qualità del prodotto olio extravergine di oliva.

Va, infatti, osservato che i parametri di qualità dell’extravergine si sono arricchiti di una serie di indicazioni salutistiche e proprietà sensoriali che hanno reso questo peculiare alimento altamente differenziato tanto quanto possa esserlo il prodotto vino. 

La coltura dell'olivo in Italia è fra le più diffuse ed esprime un patrimonio di biodiversità enorme: ogni varietà ha caratteristiche agronomiche e qualitative proprie che la legano alla specifica zona di coltivazione, restituendo una serie di oli di oliva unici, differenti da tutti gli altri esistenti. La cultura (prima ancora della coltura) dell’olio di oliva può essere un potente  strumento di aggregazione funzionale a creare ‘comunità’: un elemento caratterizzante della nostra cultura e della nostra società e, quindi, un potenziale driver di sviluppo territoriale capace di mettere a sistema il valore locale con la dimensione globale in termini culturali, economici, sociali e di qualità della vita.

Le innovazioni tecnologiche hanno avuto come principio ispiratore il miglioramento della qualità dell’olio valutata sulla base di specifiche scientificamente validate; nell'ateneo di Bologna, per esempio, hanno realizzato un'impronta digitale, una analisi per contrastare le  frodi alimentari, un'impronta digitale dell'olio di oliva per riconoscerne l'autenticità e avere una verifica dell'origine geografia. 
Grazie a soluzioni innovative come l'analisi dei composti volatili, eseguite con metodi altamente diagnostici, ma semplificati, la ricerca è arrivata a possedere una visione di insieme dettagliata che si potrebbe semplificare come una fotografia o un'immagine biometrica dell'olio di oliva.
Il lavoro ha portato anche alla creazione di Oleum network, una rete che connette il patrimonio di conoscenze e di strumenti per l'analisi e l'autenticazione degli oli d'oliva e che permette un confronto sui metodi da utilizzare per il contrasto alle frodi.

Possiamo perciò affermare che l’evoluzione tecnologica nel settore ha seguito da molto vicino quello che è stato l’affermarsi dell’attuale concetto di qualità dell’olio extravergine di oliva caratterizzato da solide basi scientifiche.

Negli ultimi decenni la spinta verso l’innovazione tecnologica nel campo degli oli extravergini di oliva ha avuto i tratti della rivoluzione culturale ed è stata legata all’evoluzione del concetto stesso di qualità del prodotto olio extravergine di oliva, anche attraverso i suoi processi gestionali. In questo ambito Zucchetti Centro Sistemi, azienda che del Made in Italy e del Made in Tuscany ha fatto i propri caratteri distintivi, ha realizzato una soluzione gestionale per il mondo olio in cloud, che soddisfa tutto l'ambito gestionale, dall'ERP al CRM, fino alla gestione delle Analytics alle Risorse impiegate negli Oleifici.

Questa Soluzione Digitale, Teseo 7 Oil, supporta tutte le fasi della trasformazione e produzione dell'olio d'Oliva, dall'imbottigliamento alla Commercializzazione.

Grazie alle sue funzioni si presenta come la soluzione ottimale per piccoli e grandi Frantoi, Oleifici, Aziende Agricole Olivicole e le Aziende Commerciali dell'Olio. Ogni operazione di imbottigliamento, miscelazione, spostamento, vendita ecc. effettuata tramite Teseo7 Oil viene tracciata e trasmessa al SIAN per la corretta gestione degli adempimenti.
Teseo7 Oil peraltro dialoga con il SIAN mediante web service, senza dover mai accedere al portale.

Teseo 7 è una soluzione 4.0 certificata e ha ricevuto, per specifici moduli, la dichiarazione di conformità che lo certifica come "Industry 4.0 compliant" per cui superammortizzabile al 140%. 

olio innovazione

L'innovazione in un olio extra vergine non può trascurare il packaging. L’olio va vestito bene, perché la qualità deve essere totale. Occorre la qualità del contenuto come pure la qualità del contenitore. Un buon packaging garantisce infatti sull’integrità e qualità dell’olio extra vergine di oliva, contribuendo a incrementare nel contempo la sua stessa conservabilità. Una start-up siciliana sta riolvuzionando il packaging classico dell'olio

La bottiglia, proposta nel formato da 750 ml, è in vetro con alta percentuale di vetro riciclato. È stato scelto il vetro, anche se più pesante della plastica e dell’alluminio, in quanto questo materiale garantisce una migliore conservazione dell’olio, essendo inerte e non permettendo, quindi, il passaggio di componenti tra il contenitore e il contenuto. Le bottiglie sono acquistate presso una vetreria locale per contenere le emissioni generate dal trasporto. La scatola è plastic-free e realizzata totalmente in cartone, ed è dotata di una tecnologia ad alveare che garantisce sicurezza nel trasporto.

Grazie a queste soluzioni si sono ridotte notevolmente le emissioni generate dal packaging rispetto a un olio tradizionale. Le emissioni residuali, incluse quelle prodotte nelle fasi della produzione e del trasporto, verranno compensate con programmi di riforestazione sul territorio nazionale. Un’attività che consente non solo di compensare le emissioni, ma anche di generare valore attraverso la creazione di nuove aree verdi, la promozione della biodiversità e lo sviluppo economico e sociale dei territori.

 

zcs company Contatti