ZCS BLOG

L'Italia digitale è in crescita, ma serve uno sforzo in più
in Web & Social Media

L'Italia digitale è in crescita, ma serve uno sforzo in più

Il Digitale come motore per crescere. Da anni si sostiene questa tesi, ma nella pratica le cose stanno in un modo un po' diverso quando si parla del nostro paese. Certo non tutto è negativo, ma resta il fatto, come spesso viene sottolineato, che resta ancora molto da fare, nel 2016. Il Digitale, per la sua grande capacità di coinvolgere grandi comparti, dalle aziende, alla società civile, all'istruzione, alla sanità, è una leva eccezionale da sfruttare fino in fondo, e questo è sotto gli occhi di tutti. Ma il nostro paese da questo punto di vista, rispetto ad altri paesi, deve fare ancora qualcosa di più. E a confermarci questa tendenza ci sono diversi dati, da ultimi, in ordine di tempo, quelli raccolti da Assinform insieme con NetConsulting e Osservatorio Netics che tracciato un profilo digitale del nostro paese.

E' interessante l'entità, e l'evoluzione, dell'economia digitale che si crea nel nostro paese. Esistono le condizioni per crescere e questi dati lo dimostrano, anche se resta sempre fermo il problema infrastrutturale che ancora frena questa crescita. Lo dimostra anche il fatto che, e lo si evince dai dati Assinform, l'economia digitale in Italia è cresciuta solo dell'1% nel 2015 (rispetto all'anno precedente) per un valore di 64 miliardi di euro. L'Associazione prevede poi una crescita per il 2016 del 1,5%, per il 2017 dell'1,7% e per il 2018 del 2%. 

A trainare in terreno positivo il mercato, e quindi i settori che faranno registrare numeri siginificativi, in Italia sono le prestazioni dell’Iot, che per il 2016, secondo le previsioni Assinform, supportate dall'andamento del mercato nella parima parte dell'anno, con un +14,9% rispetto al 2015. Lo stesso vale per altri settori, come il Cloud (+23,2%); i Big Data (+24,7%); le piattaforme per il web (+13,3); il mobile business (+12,3%) e la sicurezza (+4,4%). Tutte le percentuali sono per settore e di fatto testimoniano una crescita, per l'anno in corso, anche se ancora troppo lenta e, soprattutto, disomogenea. Va ribadito che si tratta di dati che tengono conto dell'andamento della prima metà dell'anno, quindi se è vero che l'andamento sarà quello registrato fino ad ora, i dati saranno questi appena indicati.

In tema di investimenti sul digitale, si registra una crescita in tutti i settori, specie per quanto riguarda le grandi imprese, con un +2,8% nel 2016 sul 2015, mentre per le medie la percentuale è del +1,7% e per le piccole imprese +0,6%. 

Qui sul nostro blog raccontiamo quali siano i vantaggi della Digital Enterprise e di quella che si definisce Industry 4.0, la quarta rivoluzione industriale caratterizzata da automazione e tecnologia interconnessa. E i fenomeni e le tecnologie che stanno caratterizzando il presente e il futuro delle aziende, ormai sempre più connesse, sono proprio il Cloud che permette maggiore rapidità operativa; il Mobile, opportunità per rendere l’organizzazione sempre più dinamica; l’Internet delle Cose, il fenomeno che sta al centro della Rivoluzione Digitale in atto e che permetterà alle aziende di passare da oggetti connessi verso “servizi connessi”.

Ecco perché oggi serve investire in queste tecnologie, investire sul Digitale, proprio per non perdere le grandi opportunità del futuro, ormai arrivato.

Bio autore
zcs company Contatti